ritorno

Kurt Von Schuschnigg

1897- 1977

 

larger image

uomo politico austriaco, di professione avvocato 

1927, eletto deputato per il Partito cristiano-sociale 

1932-33, ministro della giustizia 

1933, ministro della pubblica istruzione 

1934, luglio, succede nella carica di cancelliere a E. Dollfuss, che è stato assassinato; conservatore ma ostile ai movimenti di estrema destra filonazisti, cerca di contrastare i progetti hitleriani di annessione dell'Austria 

1936, 11 luglio, con un accordo ottiene da Hitler la promessa di non intervento della Germania negli affari austriaci, ma deve accogliere alcuni elementi filonazisti nel suo governo 

1938, 12 febbraio, dopo l'incontro di Berchtesgaden, Hitler gli impone che due ministeri chiave (guerra e interni) siano affidati a personaggi legati strettamente al nazismo; 

9 marzo, egli cede ed annuncia un libero plebiscito che dovrebbe decidere la questione dell' "Anschluss"; 

12 marzo, Hitler invade l'Austria ed egli, abbandonato dall'alto clero, viene arrestato dalla Gestapo e poi trasferito in un campo di concentramento presso Dachau, (a Flossenbürg)

1945, maggio, è liberato dalle truppe americane; 

1948, si trasferisce negli USA dove si dedica all'insegnamento universitario nella città di Saint Louis.

 

"Fra quelli ritrovati nel campo c’era Kurt Von Schuschnig, ex cancelliere dell'Austria, Leopold, il re dei belgi, il principe Albrecht d'Austria e Hjalmar Schacht, ministro delle finanze del reich"

ritorno