ritorno

Questo internato francese che è stato liberato nel campo di concentramento di Flossenbürg in Germania dal primo esercito degli STATI UNITI indica uno dei forni del campo in cui i corpi delle vittime di atrocità sono stati cremati. Ottocento soldati tedeschi delle S.S. hanno sorvegliato questo campo che era stato aperto nel 1939. Da allora, secondo le annotazioni trovate nel campo,sono stati qui imprigionati 54.890 uomini ed oltre 10.000 donne. Nei 14 mesi precedenti il 20 aprile 1945, 14.000 internati sono morti per esaurimento, sotto-alimentazione, maltrattamenti e varie malattie. I prigionieri hanno lavorato in cave di pietra e in una vicina fabbrica di aeroplani di Messerschmidt. Il 20 aprile 1945, 15.000 internati, compresi i bambini e la gente anziana sono stati fatti andare via. Quelli che non potevano continuare la marcia sono stati uccisi sul ciglio della strada. Circa 2.000 erano stati lasciati quando le truppe degli STATI UNITI sono arrivate nel campo. Fra coloro che sono stati ritrovati c’erano Kurt Von Schuschnig, ex cancelliere dell'Austria, Leopold, il re dei belgi, il principe Albrecht dell'Austria e Hjalmar Schacht, ministro delle finanze del reich.

ritorno

Flossenbürg foto USA